Celtic-Milan 1-3: segnano Krunic, Brahim Diaz e Hauge, Pioli vince anche in Europa

Celtic-Milan 1-3: segnano Krunic, Brahim Diaz e Hauge, Pioli vince anche in Europa

GLASGOW (SCOZIA) - Il MILAN vince 3-1 sul campo del CELTIC nel primo turno della fase a gironi di EUROPA LEAGUE. I rossoneri trionfano in trasferta con le reti di Krunic e Brahim Diaz nel primo tempo e il gol di Hauge nel recupero e condividono con il Lille il primo posto nel girone H con tre punti all’attivo. Continua il momento positivo della formazione guidata da Pioli che, dopo le vittorie nel campionato di Serie A, conquista anche un prezioso successo nella prima partita della fase a gironi di Europa League.

CELTIC-MILAN: CURIOSITÀ E STATISTICHE

EUROPA LEAGUE: RISULTATI E CLASSIFICHE

KRUNIC-DIAZ, DOPPIO VANTAGGIO MILAN

Pioli si affida al solito 4-2-3-1 con IBRAHIMOVIC prima punta e Castillejo, Brahim Diaz e Krunic a supporto sulla trequarti. In mediana, ci sono Kessie e TONALI. Il Celtic inizia subito forte e mette in difficoltà il Milan in velocità, rendendosi immediatamente pericoloso dalle parti di Donnarumma. Al 14’ minuto di gioco, però, i rossoneri riescono a sbloccare la partita e trovare la rete del vantaggio: colpo di testa vincente di KRUNIC sul cross di Castillejo, 1-0 per il Milan. I padroni di casa provano la reazione dopo lo svantaggio ma la formazione di Pioli è brava a difendere e gestire. Nella parte finale del primo tempo, poi, i rossoneri alzano il baricentro e vanno vicini al raddoppio con la chance per Ibrahimovic. Al 42’, ci pensa BRAHIM DIAZ a raddoppiare con inserimento e tiro a incrociare su passaggio di Theo Hernandez. Il Milan raddoppia e va all’intervallo con il doppio vantaggio.

SEGNA ANCHE HAUGE, PIOLI VINCE ANCORA

Nel secondo tempo, LENNON effettua subito due sostituzioni: entrano Elyounoussi e Christie per Welsh e Griffiths. Il Celtic cerca di dimezzare lo svantaggio per riaprire l’incontro, ci prova l’ex rossonero LAXALT ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa difesa da Donnarumma. Il Milan riesce a gestire il match con il Celtic incapace di creare veri pericoli alla retroguardia di Pioli. Il tecnico rossonero decide di effettuare i primi cambi al 66’, con l’ingresso di Bennacer e Leao per Kessie e Ibrahimovic. La squadra di casa tenta la fortuna con la conclusione di ELYOUNOUSSI, alta, e cerca il varco giusto per la rete ma il Milan continua a reggere e non lascia spazi agli avversari. Fino al minuto 76, quando Elyounoussi riapre i giochi di testa sul calcio di punizione battuto da CHRISTIE. La partita è riaperta, mancano 15 minuti al 90’ e i due allenatori si affidano ad altre sostituzioni: per il Celtic entrano Klimala e Taylor per Ajeti e Laxalt mentre per il Milan dentro Saelemaekers e Hauge per Castillejo e Diaz. Nel finale gli animi si scaldano e l’arbitro Jug estrae qualche cartellino giallo: prendono l’ammonizione Tonali, Donnarumma e Saelemaekers nel Milan e Christie nel Celtic. Il finale è acceso, la formazione rossonera regge fino all’ultimo e segna anche la rete del definitivo 1-3 con il gol di HAUGE nei minuti di recupero. Il Milan trova così la vittoria sul campo del Celtic e sale al primo posto della classifica del girone H a quota 3 punti. 

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: